Pubblicato il 4 Agosto 2021

Nr. Aventi diritto al voto: 113.894

Nr. Partecipanti al voto: 60.940 

- Hanno votato SI: 53.238 (87,36%)

- Hanno votato NO: 7.702 (12,64%)

 Avendo partecipato al voto un numero di iscritti superiore alla maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto (56.948), è approvata la proposta di modifica dello Statuto ed è contestualmente revocata la deliberazione assembleare del 17 febbraio 2021, e conseguentemente, modificato il Codice etico con la sostituzione, ovunque ricorra, dell’espressione “Comitato direttivo” con l’espressione “Presidente”.

Link del nuovo statuto

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 25 Giugno 2021

Credete che uno che ha portato, dopo averlo fondato, il Movimento al 33% sia matto? Grillo venne a Roma, riunì lo stato maggiore del Movimento sulla terrazza dell’hotel Forum e chiese a Conte se voleva prendere in mano il Movimento, ma non per stravolgerlo. Conte conta, Grillo di più. Lo statuto non va depauperato dei valori fondanti, quello che viene nominato garante è anche il creatore, Conte può fare il capo politico ma prima deve essere più grillino.

 

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 11 Febbraio 2021

Si 𝟒𝟒.𝟏𝟕𝟕 (𝟓𝟗,𝟑%)

No 30.360 (40,7%)

 

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 2 Aprile 2020

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 1 Febbraio 2020

Un paese commissariato che affronta le nuove elezioni, ha ancora incerti quali siano i protagonisti del nuovo panorama politico, tranne per alcuni attori già dichiarati, che però strategicamente mostrano i muscoli nel gioco delle eventuali alleanze. Fibrillazioni di liste civiche pronte a cogliere l'occasione più conveniente, è questo il mondo pre-elettorale paesano, fatto di volti noti e meno noti che inevitabilmente si espongono alla longa manus dei "volponi" politici di zona. Un film già visto che solo per ultimo intento ha l'amore per il suo paese e la sensibilità collettiva che dovrebbe animare l'impeto dell'ambizione amministrativa. Tutti distolti dalle strategie, senza progetti, senza ricette, senza analisi sui molteplici problemi. Da un lato una crisi interna al MoVimento 5 stelle, dall'altro lato una consapevolezza di lottare contro atteggiamenti troppo radicati simili ai mulini a vento, hanno indotto Alessandro Maraone, candidato a sindaco con il Movimmento 5 stelle nelle amministrative 2017, a defilarsi dalle prossime elezioni, come si legge su Facebook, con la seguente dichiarazione: " Sono passati solo meno di 3 anni e chi ha stravinto le elezioni a Cervaro è stato "pizzicato" dalla giustizia. Ora si vota per dare una guida alla mia amata Cervaro ! Mo v'det k seta fà... ASSISTO "

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 13 Luglio 2019

Anche CerVaro 5 Stelle ha dato il suo contributo per arrivare a stilare un documento finale e condiviso, aggregandosi agli altri paesi del basso Lazio e trattando le seguenti tematiche:  

• Temi relativi alle votazioni su Rousseau.

• Organizzazione Nazionale e Locale del movimento.

• Nuove regole per i consiglieri comunali e doppio mandato.

• Rapporti con liste civiche sui territori.

Già a Febbraio Luigi Di Maio aveva invitato tutti gli ATTIVISTI e SIMPATIZZANTI del Movimento a confrontarsi e discutere su questi 4 temi, ed ora, dopo ripetute riunioni siamo giunti, con l’apporto di tutti i partecipanti, a stilare la nostra visione che sarà riferita in maniera sintetica al nostro capo politico il 16 luglio in una Assemblea Regionale. Hanno condiviso il documento finale gli attivisti di Cassino, Cervaro, Colle San Magno, Gaeta, Roccasecca, Pignataro Interamna, Sora e Pontecorvo, Minturno/Sud Pontino, San Giorgio a Liri.

Non entrando nei particolari, i punti di incontro hanno stabilito su cosa urge intervenire.

Il primo e sostanzioso punto è riferito a Rousseau. Anche se abbiamo riconosciuto la validità della nostra piattaforma, in quanto dà la possibilità di reale PARTECIPAZIONE ATTIVA alle scelte di democrazia diretta, pensiamo che vada migliorata per diversi aspetti. Il concetto di trasparenza è stato ribadito da tutti, si può e si deve migliorare la consultazione per la scelta dei candidati o per l’approfondimento di determinate tematiche, permettere la fruibilità in tempo di elezioni con tempistiche dilatate rispetto alle attuali, ma soprattutto avere concrete garanzie che sia uno strumento “pulito” e non manipolabile, anche a costo di affidarsi ad un soggetto terzo che faccia da efficace garante.

Nel versante dell’organizzazione si è fatta luce sulla distanza tra i ruoli istituzionali e la base. Una squadra di governo ha ruoli istituzionali importanti ma essi non devono creare “distrazione” rispetto a chi vive la quotidianità sul territorio,  auspicando che si recuperi attenzione sul significato del ruolo di PORTAVOCE. L’ascolto del territorio è sempre importante e costruttivo!

Abbiamo individuato la necessità di istituire dei luoghi fissi e riconosciuti, non solo per gli incontri, ma anche veri punti d’informazione per i piccoli o grandi problemi di ordinaria burocrazia, che i cittadini si trovano ad affrontare.

Un referente del territorio deve essere scelto, con la regola del turn-over, per interfacciarsi con i portavoce.

Insomma recuperare per quanto possibile i principi fondativi che sono stati messi in ombra in seguito alle ultime vicende politiche.

In breve sintesi, sembra che il territorio abbia le idee chiare e spera di essere ascoltato, anche sulle liste civiche e sulle alleanze. Vale la regola iniziale, poiché mai e poi mai potrà verificarsi a livello locale una commistione con chi abbiamo combattuto ed ancora stiamo combattendo, cioè gli affaristi della vecchia politica, non ignorando, però, che il MoVimento possa stabilire nel regolamento delle condizioni di estrema garanzia e tutela di onestà, a quel punto valuteremo caso per caso un eventuale “apparentamento”. Anche “2 mandati e poi a casa” viene riconfermato, ma si propone una deroga per chi il terzo mandato lo fa nel suo comune, oppure, dopo essere stato in enti locali, il terzo mandato vuol farlo a livello nazionale. Bisogna puntualizzare che un mandato si considera l’essere rimasto in carica per più di mezza legislatura ed una-tantum. Infine, anche se sappiamo che Di Maio consiglia di non devolvere il 2 per 1000, poiché si tradurrebbe in un impoverimento dei servizi ai cittadini, proponiamo di dare la possibilità di optare non per il MoVimento ma per associazioni umanitarie di comprovata fama, scelte in piattaforma.

Il documento finale è già pronto, in attesa di pubblicazione, il gruppo CerVaro5Stelle ringrazia i collaboratori per la cordiale e proficua esperienza, è questo il MoVimento dove si associano gruppi di persone accomunate dalla voglia di partecipazione, apportando ognuno la propria idea per il miglioramento dello stato collettivo.

 

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 26 Giugno 2019

cervaro malaffare

L’attivista, ed il cittadino consapevole, quello che ci tiene al suo paese, non può  che rimanere scandalizzato dalle grandi percentuali che confermano sempre gli stessi cattivi amministratori, poi quando succedono eclatanti fatti di cronaca come l’inchiesta “malaffare” cerca di analizzare “Qui non si tratta di mettere in cattiva luce gli altri per credersi migliori ma di assegnare ad ognuno degli attori di questa scadente rappresentazione, le giuste responsabilità dell'indiscutibile fallimento amministrativo di Cervaro” è il pensiero di Antonio Cantalupo, attivista di CerVaro5stelle, che confida sia nella giustizia che nelle decisioni di troppi elettori “distratti”. Riguardo ai risvolti dell’inchiesta il quadro diventa sempre più deprimente, tra ipotesi prima  di autosospensione, poi di sostituzione, poi ancora di dimissioni o ripresa temporanea dell’incarico e ancora di chissà quali altre diavolerie di convenienza legale, Antonio focalizza l’attenzione sul disagio del cittadino dicendo:  “Nel frattempo Cervaro è allo sbando senza una guida politica, rischia la paralisi amministrativa e il peggioramento di servizi pubblici già scadenti”. La forza di insistere  per il bene del paese sta nella speranza che un giorno possa cambiare la percezione dell’amministrazione a cominciare dal suo palazzo:”Il municipio é il cuore ed il cervello di una comunità. Siamo abituati a vederlo come un luogo grigio ed inavvicinabile, volutamente distante dalla quotidianità dei suoi cittadini. Sempre più chiuso ad ogni richiesta. Dovrebbe essere invece, punto di riferimento imprescindibile. Dovrebbe raffigurare la luce in fondo al tunnel di ogni difficoltà. Non dovrebbe avere muri e porte ma vetri e finestre. Non è più il tempo di luoghi esclusivi e privilegiati ma di spazi pubblici in cui guardarsi negli occhi ed ascoltarsi”.

 

 

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 27 Maggio 2019

Quando si lavora con gli strumenti giusti, con le chiavi di accesso, con le argomentazioni toccanti e con i toni perentori, prima o poi il “guardatore” di schermi si convince. Noi italiani, in genere, siamo fatti così, restiamo a guardare per farci l’idea che più ci possa permeare… non giudico anomala la cosa, forse un po’ superficiale. Il successo della Lega è dovuto ad un’esposizione mediatica oltre misura, alla caparbia del ribadire all’infinito i temi scuoti-pancia, ma, purtroppo,  anche all’aver saputo sfruttare il palcoscenico del Governo offertogli dal M5s con il Contratto. Lo stesso Contratto che, con punti diversi, era stato offerto al PD e che il PD ha rifiutato. Gli allori possono cadere facilmente nella polvere, il 40% del PD alle scorse europee ne è la dimostrazione, è come un motore che viene spremuto nelle prime fasi di gara e, se non affidabile, cela lo spettro del cedimento prima del traguardo.  Forse un’iniezione di salvinismo  ci sta anche bene in Europa, per alcuni aspetti, ma qui in Italia bisogna stare attenti, evitando dualismi profondi e pericolosi come fascismo/antifascismo, destra/sinistra. Nell’integrità del Movimento bisogna crederci, tornando ai valori fondanti nei quali tante persone credono fermamente e sanno di cosa sto parlando, non per una sorta di ripristino della condizione che è ormai svanita, quanto per avere il giusto stimolo per

 sapersi adeguare ad una società camaleontica e cercare spazi da occupare in questa povera Italia come l’acqua fa nel suo contenitore.

Alessandro Maraone

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 5 Maggio 2019

- rendere Rousseau ancora più trasparente: conoscere il numero reale degli iscritti aventi diritto al voto, conoscere in tempo reale i risultati del voto. 
- dare maggior tempo a disposizione agli attivisti per lo studio delle tematiche che saranno oggetto di votazione (minimo 24/48 ore)
- individuare il prima possibile un ente certificatore terzo, a tutela sia delle espressioni di voto degli attivisti, che dell’ affidabilità della piattaforma

E' quanto è emerso oggi 5/5/19 presso il Seraphicum a Roma , dopo tanti anni si è svolta l’ assemblea regionale del Lazio, per decidere la futura evoluzione del Movimento 5 Stelle.

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0

Pubblicato il 24 Febbraio 2019

Incontro con Ilaria Fontana orgazzato dai Meetup di Cervaro e Cassino. Raccolta di firme e segnalazioni.

Incontro con Ilaria Fontana orgazzato dai Meetup di Cervaro e Cassino. Raccolta di firme e segnalazioni.

Sono state raccolte le firme al fine di ottenere dati certi e puntuali sulle emissioni del Termovalorizzatore. Banchetto di Cervaro.

Sono state raccolte le firme al fine di ottenere dati certi e puntuali sulle emissioni del Termovalorizzatore. Banchetto di Cervaro.

Firme raccolte nel gazebo di Cassino

Firme raccolte nel gazebo di Cassino

Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute
Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute
Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute
Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute
Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute
Prorogata la raccolta firme per chiedere controlli accurati e puntuali sulle emissioni del termovalorizzatore di San Vittore a tutela della nostra salute

Leggi i commenti

Scritto da CerVaro5stelle

Repost0